Ricerca fotografie nel catalogo

Ricerca nel catalogo Scoprirete

 

Le immagini dell'Archivio fotografico sono ricercabili anche singolarmente per argomento (soggetto o termini di soggetto), titolo o autore scegliendo nella ricerca avanzata, come contesto di ricerca, la voce Grafica e selezionando nel menu a tendina Biblioteca civica Gambalunga. Alle descrizioni delle risorse iconografiche sono quasi sempre associate, attraverso link, immagini digitali (vedi Catalogo Scoprirete). Ai fondi fotografici sono dedicate pagine di approfondimento dove, da appositi link, è possibile accedere direttamente nel catalogo Scoprirete per la consultazione delle immagini (vedi Fondi fotografici).

 

Percorsi iconografici (clicca sui link in rosso)

 

Il patrimonio dell'Archivio fotografico documenta l'evoluzione storica della città di Rimini e della sua provincia, dalla metà dell’Ottocento ai nostri giorni, attraverso vari possibili percorsi iconografici:

  • per lo studio di avvenimenti riguardanti Rimini e il suo territorio, la raccolta storica, in particolare la documentazione fotografica degli eventi bellici e del terremoto del 1916;
  • per lo studio del turismo balneare, l'Archivio immagini APT, risultato dell'attività di promozione turistica dal 1951 al 1986 dell'Azienda Soggiorno per la Riviera di Rimini e dell'ufficio con sede a Rimini dell'EPT;
  • per la fotografia di documentazione dei beni culturali del territorio riminese, in particolare del Tempio Malatestiano, la Raccolta Corrado Ricci (fotografie dal 1912 al 1924);
  • per le cartoline su Rimini e sulla nascita del turismo balneare, la Collezione Fausto  Mauri (collotipie, cartoline tipografiche e fotocartoline dal 1875 al 1988);
  • per lo studio della storia dell'educazione a Rimini, basata sui principi dell'educazione attiva, il Fondo CEIS, che comprende l'Archivio fotografico del Centro Educativo Italo-Svizzero (fotografie dal 1946 al 1996) e l'Archivio delle carte della sua fondatrice, Margherita Zoebeli;
  • per lo studio della fotografia artistica contemporanea e delle origini della fotografia amatoriale a Rimini, l'Archivio fotografico Italo Di Fabio (fotografie dal 1968 al 2022).

 

 

Si segnalano inoltre per l'importante ruolo di documentazione locale e per gli studi antropologici e della storia della fotografia:

 

  • all'interno della raccolta storica, organizzata per serie tematiche, le fotografie scattate tra il 1890 e il 1896 dal pittore bolognese Pietro Poppi, tra i primi fotografi non locali a realizzare una campagna fotografica su Rimini, e di Vincenzo Contessi (fotografie dal 1873-1886), pioniere della fotografia a Rimini nella seconda metà dell'Ottocento;
  • le fotografie raccolte in album che raccontano storie di famiglia, di persone e abitudini sociali:

          - album della famiglia Battaglini, Album Battaglini (fotografie dal 1899 al 1917);

          - album di ritratti del fotografo dilettante Andrea Lettimi (fotografie dal 1862 al 1865);

          - album omaggiato nel 1933 dalla città di Rimini a Benito Mussolini;

          - album Ricordi d'Africa, per lo studio della storia del colonialismo in Eritrea attraverso immagini fotografiche di interesse antropologico (ca. 1869-1890).

 

 

Altri percorsi iconografici sono le pagine speciali dedicate ad approfondimenti di tematiche varie:

 

 

 

Non tutti i materiali fotografici acquisiti e conservati presso l'Archivio fotografico sono stati catalogati e digitalizzati, in alcuni casi sono disponibili inventari a stampa o archivi digitali non in linea, consultabili su richiesta presso il nostro Archivio, come la ricca documentazione dell'attività politica e amministrativa prodotta dal 1953 ad oggi dall'Ufficio Stampa del Comune di Rimini, le raccolte fotografiche dello scrittore, artista e cronista riminese Luigi Pasquini, del collezionista santarcangiolese Luigi Renato Pedretti e del fotografo amatoriale Pietro Freddi.